La conferenza stampa di Vincenzo Vivarini

Nella sala stampa del Francioni, in conferenza, Vincenzo Vivarini ha presentato Latina-Novara.

“In questo momento delicato stiamo provando ad isolarci da quello che accade all’esterno – ha dichiarato l’allenatore nerazzurro – Proviamo a pensare solo al campo e abbiamo preparato la partita contro il Novara che è una squadra molto forte. Io mi baso sempre sulla grande forza del mio gruppo, abbiamo dei ragazzi molto seri che lotteranno per Latina e per questa maglia. Anche io lotterò con tutte le mie forze per onorare i tifosi e la città. Io riesco a mascherare poco il mio stato d’animo, nel calcio ci vuole esuberanza ed esaltazione e in questo momento qui è difficile nascondere ciò che stiamo vivendo”.

La squadra come sta?
“Bandinelli ha preso una botta, Insigne ha avuto un problemino alla schiena, De Vitis ha avuto un affaticamento all’adduttore ma si sono allenati tutti e hanno tutti voglia di andare in campo. In settimana abbiamo lavorato per fare bene la fase di possesso palla. A Benevento dovevamo lavorare meglio su questa fase, anche se di fronte avevamo la squadra più in forma del campionato che ci ha superato”

Come si affronta il Novara?
“Il Novara è una squadra forte che si basa molto su Sansone e Galabinov ed è solida in difesa. Possiamo sorprenderla perché troveremo un modulo speculare al nostro ma abbiamo diverse armi che loro possono soffrire. Cercheremo di limitare i loro attaccanti”.

La squadra come sta vivendo questo momento?
“Sia io che i giocatori lotteremo con tanta rabbia per dare il meglio in campo per onorare i tifosi che ci sono stati sempre vicini. Sono persone che davvero ci tengono a questa squadra, mi aspetto che possano venire a darci una mano allo stadio”.

Quanto sarà difficile salvarsi?
Io ci credo tantissimo, penso al girone d’andata e mi vengono in mente partite come Ferrara, Perugia e Ascoli, dove meritavamo molto di più. Sono poche le squadre che ci hanno messo in difficoltà, il Benevento lo ha fatto ma è in un momento straordinario e ci poteva stare. Col Novara all’andata pareggiamo con l’uomo in meno. Ora abbiamo superato la fase più difficile del calendario e abbiamo fatto anche più punti del girone d’andata, ora inizia il nostro campionato”.

“Venerdì inizia il nostro campionato”

IN PRIMO PIANO |