La presentazione di Marko Jordan

Prime parole da nerazzurro di Marko Jordan. L’attaccante croato classe 1990 si è presentato questa mattina, in conferenza, nella sala stampa del Francioni.

Come si presenta Jordan al Latina, quali sono le tue caratteristiche?
“Buongiorno, sono molto felice di essere qui. Sono un attaccante, ho le caratteristiche di fare gol, le mie qualità migliori sono il dribbling e la velocità, non sono un centravanti boa, ma più un giocatore di movimento”.

Come immagini la Serie B italiana?
“Credo che sia un campionato difficile, qualitativamente è di gran lunga superiore alla lega croata o a quella ceca dove ho giocato, il livello me lo immagino molto più elevato”.

Perché hai interrotto il tuo rapporto con lo Zlin?
“Mi era stato proposto il rinnovo, ma volevo misurarmi con un calcio più tecnico rispetto a quello della Repubblica Ceca. L’ultima partita ufficiale l’ho giocata il 14 dicembre”.

Il Latina ha da tempo il problema dell’attaccante, senti più responsabilità per questo?
“Spero di segnare molti gol, sono qui per aiutare la squadra”.

Quali sono le differenze tra il calcio italiano e quello croato secondo te?
“Il calcio italiano è molto più tecnico, il campionato croato può essere semplicemente un punto di partenza per un giocatore”.

Impressioni per questi tuoi primi giorni a Latina?
“Sono molto felice, le persone sono molto amichevoli qui, dal direttore al magazziniere. Tutti sono stati molto cordiali con me, mi hanno fatto sentire in famiglia fin dall’inizio”.

Ieri hai segnato subito in allenamento, può essere di buon auspicio?
“Il mio lavoro è fare gol…”

A che giocatore ti ispiri?
“Il mio idolo fin da bambino è sempre stato Raúl Gonzalez Blanco”.

“Sono qui per aiutare la squadra”

IN PRIMO PIANO, ULTIME NOTIZIE |