La conferenza stampa di Vincenzo Vivarini

In conferenza, nella sala stampa dell’Arena Garibaldi, Vincenzo Vivarini ha commentato il pareggio di Pisa.

“Avevamo preparato bene questa partita, dovevamo essere molto accorti nel primo tempo concedendo pochissimo spazio ai loro attaccanti. Penso che lo abbiamo fatto perché grandi occasioni da gol al Pisa non le abbiamo assolutamente concesse fino all’intervallo. Nel secondo siamo rientrati con un assetto diverso proprio per giocarci la partita, per cercare di essere più incisivi in avanti. C’è stata la doccia fredda del gol subìto e lì si era veramente messa in salita la strada. Però la squadra ha reagito molto molto bene, siamo riusciti ad essere molto più incisivi nella fase offensiva. Abbiamo acquisito convinzione e pareggiando nel modo giusto. Secondo me alla fine potevamo anche ottenere qualcosa in più, come ci eravamo prefissati prima della partita. In questo momento è importante vincere, dovevamo cercare di venire qui e farlo. Ci siamo andati vicini, accettiamo il pareggio”

La scelta di Corvia in panchina?
“Abbiamo un problema che è quello di avere pochi attaccanti. Dobbiamo centellinare le forze e dobbiamo cercare, anche a livello tattico, di far sfogare l’avversario. L’avevamo preparata anche bene, ci è mancato un pizzico di fortuna perché potevamo fare il gol vittoria. Abbiamo avuto diverse situazioni che avrebbero potuto premiarci, adesso è importante riuscire a far risultato in casa domenica”

Che Pisa ha trovato?
“Questa per me è una grande squadra, ha 6-7 attaccanti di alto livello ed è allenata bene. Temevo soprattutto i primi venti minuti per il tifo che ha il Pisa, i suoi tifosi sono eccezionali. Sembra una squadra del sud tanto è il calore che riceve. Era una cosa che temevo, è chiaro che contro di noi difficilmente si hanno tante occasioni da gol. Sabato scorso il Carpi ne ha avuta una e abbiamo perso, per il Pisa non era facile e secondo me ha fatto comunque una buona partita, anche se alla fine si è un po’ allungato”

Sul Latina?
“Quelli che ho a disposizione sono tutti ragazzi applicati che hanno sposato in pieno la causa di questa squadra e i suoi obiettivi. Stiamo giocando per la città, per i tifosi del Latina e per noi. Ho lasciato da parte tutto ciò che ci sta girando intorno e tutti i problemi che abbiamo”

“Accettiamo il pari, ma potevamo vincerla”

IN PRIMO PIANO |